La grammatica che migliora la vita

Inizio delle lezioni: 6 Novembre 2017

Apertura iscrizioni: 23 Ottobre 2017

Docente

Giuliana Giusti
    È professoressa ordinaria di Linguistica presso Ca’ Foscari, dove ha insegnato dal 2000 Linguistica inglese, Linguistica generale, Linguistica storica e Linguistica balcanica. Si occupa di teoria linguistica e delle sue applicazioni all’insegnamento, alla traduzione, alla costruzione di identità di genere e identità culturale. Ha collaborato a molte opere di consultazione come la “Grande Grammatica Italiana di Consultazione” (Il Mulino 2001), la “Grammatica dell’Italiano Antico” (Il Mulino 2010), il “Blackwell Companion to Syntax” (Blackwell), la “Oxford Guide to Romance Languages” (Oxford University Press, in corso di pubblicazione). Ha proposto approcci linguistici allo studio delle lingue straniere in molti articoli scientifici e nella monografia “Strumenti di analisi per la lingua inglese” (UTET Libreria, 2009) e, in collaborazione con Anna Cardinaletti e Rossella Iovino, ha recentemente pubblicato “Il latino per studenti con DSA” (Cafoscarina, 2016) per una didattica inclusiva del latino. Lavora sulla documentazione e la conservazione delle lingue minoritarie, a partire dal 2011 in cui ha ottenuto una borsa di ricerca di un semestre presso il Center for Research on Arts Social Sciences and Humanities dell’Università di Cambridge per un progetto dal titolo “Linguistic Protocols to enhence inclusive language awareness”. Nel 2012 è stata rechercheure invitée dell’Università di Paris 7 - Diderot. Nel 2015 è stata insignita della carica di Honorary professor delle Università di Bucarest.

Obiettivi

    Sviluppare consapevolezza (metacompetenza) sulla duplice natura biologica e culturale del linguaggio. Introdurre ai principali aspetti dell’analisi linguistica per promuovere identità culturale inclusiva. Offrire strumenti di riflessione linguistica come metodologia volta alla didattica inclusiva della lingua madre, delle lingue seconde e straniere, e delle lingue classiche. Creare una comunità di apprendimento collaborativo che possa interagire e migliorare il proprio ambito di azione.

Unità didattiche

    Il corso è articolato in 4 unità didattiche:
  1. Una testa – Tante lingue
  2. Parlare – Capire, leggere, scrivere
  3. Strutture resilienti – Relazioni variabili
  4. Conoscere, conoscersi, accettarsi

A chi si rivolge

    Tutte e tutti coloro che hanno interesse a riflettere sulla propria competenza linguistica e su come essa interagisce in molteplici aspetti della nostra vita sociale e intellettuale, quali la costruzione identità culturale individuale e di gruppo, la capacità di apprendere e acquisire nuove lingue, la capacità di usare la lingua nazionale, regionale, locale, in modo consapevole, la capacità di decodificare e interpretare stadi precedenti di lingue conosciute, incluso l’italiano delle origini; la capacità di analizzare e tradurre da una lingua classica, anche ad un livello di conoscenza di base.Il corso si rivolge in particolar modo a insegnanti di ogni ordine e grado; a studenti di scuola secondaria superiore o universitari; a giornalist*, publicist*, decisor* che fanno uso della lingua a scopi comunicativi generali.

Come ottenere il certificato

    Al termine di ogni settimana verranno proposti questionari linguistici su aspetti specifici dell'italiano parlato finalizzati alla raccolta di dati linguistici di variazione nell'italiano regionale e L2.
Ultime modifiche: martedì, 24 ottobre 2017, 08:40