Dall’idea al mercato: organizzare creatività e conoscenze in forma d’impresa

Inizio delle lezioni: 23 ottobre 2017

Apertura iscrizioni: 9 ottobre 2017

Docenti

Vladi Finotto
    È ricercatore in Economia e Gestione delle Imprese presso il Dipartimento di Management di Ca’ Foscari dove insegna Imprenditorialità e strategie d’impresa. 
Andrea Stocchetti
    È professore associato di Economia e Gestione delle Imprese presso il Dipartimento di Management dell’Università Ca’ Foscari, dove insegna analisi della concorrenza. È membro del CAMI – Center for Automotive and Mobility Innovation e affiliato all’Academy of Management.

Obiettivi del corso

    Il corso propone una lettura di alcuni aspetti basilari riguardanti l’imprenditorialità e la gestione aziendale comuni a diversi tipi di impresa e a diversi comparti produttivi. La gestione delle attività imprenditoriali richiede la capacità di coordinare aspetti tipicamente destrutturati come la creatività, la motivazione e la passione, con conoscenze specifiche nei vari ambiti gestionali quali la produzione, il marketing e la gestione delle relazioni di filiera. Il corso propone una rassegna di fondamenti relativi a questi aspetti.

Unità didattiche

    Il corso è articolato in 5 unità didattiche:
  1. Come e perché nascono le imprese? L’imprenditorialità tra mito e realtà
  2. Business model: dall’idea all’impresa. Clienti e proposta di valore.
  3. Business model: il sistema d’offerta e gli “economics” dell’impresa
  4. La gestione dei processi dell’impresa
  5. I processi produttivi

A chi si rivolge

    A chiunque intenda sviluppare una conoscenza di base dei processi di creazione di un'impresa e di organizzazione delle attività in seguito alla fase di start-up. Il corso è consigliato a chi abbia conoscenze basilari di matematica e di rappresentazioni cartesiane.

Come ottenere il certificato

    Tramite un test consistente in 10 domande a scelta multipla al termine di ciascuna unità didattica. Il certificato di frequenza è rilasciato rispondendo correttamente ad almeno 6 domande su 10 di ciascun test (il test prevede tre tentativi di risposta).

Ultime modifiche: lunedì, 6 marzo 2017, 10:46